Chiedimi se sei depresso

di Daniela Piccini, Head of digital health

11 settembre 2017 - Digital health

Mary Giliberti, Chief Executive Officer della National Alliance of Mental Illness – NAMI, la più importante associazione americana nel campo dei disturbi mentali, ha recentemente sottolineato su un post per Google che la depressione clinica è una condizione molto comune, e che circa 1 americano su 5 ha avuto almeno un episodio nella vita. A…

continua a leggere »

Cercare nei grandi numeri un’approvazione o una conferma delle proprie scelte, conformarsi ai comportamenti e alle opinioni degli altri, meglio se sono tanti. In tre parole: seguire il gregge. Non è una metafora felicissima ma rende l’idea. Del resto l’aveva già scritto Nietzsche che “il piacere di essere gregge è più antico del piacere di…

continua a leggere »

Competenze digitali, queste sconosciute

di Alberto Giannini, Founder & CEO head of digital transformation

29 agosto 2017 - Digital transformation

Più o meno tutti noi sappiamo schiarire le ombre di una fotografia troppo scura con Photoshop, ma già davanti all’applicazione di una maschera, o di qualche altra elaborazione appena più complessa, la maggior parte degli utenti “comuni” si blocca. Semplicemente non è capace. Una grande massa di persone che sfrutta un mezzo “potentissimo” sì e…

continua a leggere »

“L’idea è ok, ma proverei a lavorare un po’ sul font”… Ecco un tipico feedback del cliente in risposta alla nostra prima bozza, che significa due cose: Il carattere che abbiamo scelto non piace perché evidentemente non riesce a restituire il taglio dell’impostazione grafica che noi avevamo in mente; di sicuro è l’inizio di un…

continua a leggere »

Blocco dello scrittore, mancanza di ispirazione: chiamatela come volete, ma le difficoltà che incontriamo ogni volta che ci mettiamo davanti ad un foglio (di word) bianco e immacolato, sono comuni ai copywriter di tutti i livelli. Cosa fa la differenza tra un master of web writing ed un apprendista? Semplice! Conoscere i ferri del mestiere…

continua a leggere »

Soft skills in medicina, le qualità che fanno la differenza

di Alberto Giannini, Founder & CEO head of digital transformation

13 luglio 2017 - Digital health

Una traduzione non semplicissima. L’espressione “soft skills” potrebbe suonare in italiano come “abilità morbide”, ma non renderebbe l’idea del suo vero significato. Ovvero competenze non specifiche di una professione, che si riferiscono a caratteristiche della personalità, del linguaggio e degli atteggiamenti. Capacità di comunicazione e ascolto, rispetto, fiducia, sincerità, sensibilità emotiva. Qualità apprezzate e ricercate…

continua a leggere »

Chi cerca trova, recita il vecchio adagio, e se lo trova subito è meglio ancora, si potrebbe aggiungere in ottica SEO. Del resto, quando digitate una o più parole nella maschera di Google e compaiono i fatidici primi 10 risultati, quante volte avete bisogno (o voglia) di andare a scoprire cosa si nasconde nella seconda…

continua a leggere »

I braccialetti dedicati al fitness, con la loro enorme e improvvisa espansione, hanno avuto il merito di introdurre al grande pubblico il concetto di Digital Health, lasciando allo stesso tempo intravedere grandi opportunità di sviluppo per questa nuova scienza. In realtà infatti, lo scenario della salute digitale è molto più complesso e va ben al di…

continua a leggere »

Content strategy: i video sono vitali?

di Laura Notaro, Video content producer

30 giugno 2017 - Digital transformation

La riposta a questa domanda nel 2017 sembra scontata. Certo che sì. Capire come e perché lo sono e soprattutto come “integrare” questa modalità narrativa nella propria strategia richiede invece qualche riflessione in più. Come e quando utilizzare il video, sfruttare al massimo la sua grande versatilità e farlo con efficacia.   Il video è…

continua a leggere »

È possibile essere veramente disconnessi?

di Veronica D’Albora, Project manager & digital ADV specialist

29 giugno 2017 - Digital transformation

Dalle foto pubblicate sui social, all’uso del GPS, dagli auricolari ad isolamento all’uso di sveglie per ricordarci del check-in online, di solito usiamo di più lo smartphone in vacanza rispetto a quando siamo al lavoro. Qualche consiglio su come provare un vero digital detox.   Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, Snapchat, Whatsapp, Tinder… Creano dipendenza che…

continua a leggere »

chiudi

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione e cookie di analisi statistica di terze parti. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici da terze parti. Se continui a navigare in questo sito acconsenti all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui.